L’acido idrossieicosatetraenoico: una possibile terapia per l’occhio secco?

L’acido idrossieicosatetraenoico (15S-HETE) è un acido grasso polinsaturo prodotto nell’organismo durante i processi infiammatori. 15s-hete

Al 15S-HETE sono state attribuite proprietà secretagoghe, in particolare si ritiene possa stimolare la produzione di MUC1 dagli epiteli. Tale effetto è stato principalmente osservato a livello bronchiale (leggi questo articolo per maggiori informazioni), ma secondo l’azienda che sta tentando il suo sviluppo clinico, ALCON, potrebbe avere un analogo effetto sulla superficie oculare ed essere utilizzabile nel trattamento dell’occhio secco.

15s-hete2

Come per il Diquafosol, dopo proclami di eccezionale efficacia terapeutica, da un paio d’anni anche il 15S-HETE è apparentemente sparito dalla ribalta internazionale.

Questa scomparsa sostiene una mia vecchia convinzione, ovvero che le sostanze capaci di stimolare la produzione di mucina non sono altro che agenti proinfiammatori e sono quindi in grado di attivare meccanismi protettivi di risposta cellulare, quali la secrezione di muco: quando applicati in una patologia ad origine infiammatoria come l’occhio secco, possono migliorare alcuni parametri clinici obiettivi (per es. stabilità del film lacrimale, spessore del film lacrimale, ecc.) ma in generale non sono di grande aiuto per risolvere la patologia. Anzi, in alcuni casi potrebbero peggiorarla.

Annunci

1 commento su “L’acido idrossieicosatetraenoico: una possibile terapia per l’occhio secco?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...