L’ubichinone

L’ubichinone (2,3 dimetossi-5-metilbenzochinone o ubidecarenone), ubiquinonecomunemente noto come Coenzima Q10, è un cofattore di natura lipidica molto utilizzato in cardiologia, oftalmologia e neurologia. Il ruolo fisiologico dell’ubichinone è quello di agire come trasportatore di elettroni a livello dei complessi I, II e III della catena respiratoria nei mitocondri ed è particolarmente concentrato nel cuore nel muscolo striato e nel fegato. Il contenuto corporeo complessivo di ubichinone si calcola essere di circa 1.5 grammi.

trasp elettr

Questo cofattore enzimatico è sintetizzato nelle nostre cellule a partire dall’alimentazione, ma con l’invecchiamento questa sintesi diminuisce. Inoltre, essendo sintetizzato a partire dalla tirosina con la partecipazione di vitamine del gruppo B (acido folico, niacina, riboflavina e piridossina), nella senescenza è estremamente facile avere carenze relative di queste vitamine e quindi sviluppare stati carenziali di ubichinone. Pertanto, nei pazienti anziani, in cui si consiglia spesso un’integrazione vitaminica, si dovrebbe consigliare anche l’integrazione di ubichinone. In generale, per gli scopi integrativi, è consigliata un’assunzione quotidiana di almeno 10 mg per mantenere le concentrazioni nel siero ai livelli ottimali di 0.7-1 μg/L

In Italia, l’ubichinone è commercializzato come farmaco con i nomi di Ubimaior, Ubidenone, Ubidex, ecc. in forma di compresse da 50 mg. Da alcuni anni, in virtù della sua sicurezza di impiego, ne è stata consentita la registrazione come integratore alimentare, con la limitazione posologica a 20 mg\die. Negli alimenti, l’ubichinone e presente nella soia, nei cereali, nelle noci, nei vegetali, spinaci,soia, pesce, sardine, olii vegetali, germe di grano.

Una volta assunto, come farmaco, integratore o megli alimenti, l’ubichinone viene assorbito lentamente e presenta il picco plasmatico dopo 5-10 ore. Per facilitare l’assorbimento si consiglia l’assunzione durante il pasto. Si concentra a livello epatico e viene incorporato nelle proteine a bassa densità VLDL

Il meccanismo d’azione è tuttora oggetto di studi, ma si ritiene che gli effetti farmacologici siano da attribuire fondamentalmente a due azioni:

  • trasporto di elettroni durante la fosforilazione ossidativa
  • azione antiossidante

Da queste azioni derivano le sue applicazioni terapeutiche, riportate nella seguente tabella, assieme ai dosaggi suggeriti o riportati in letteratura:

q10 table

Appare subito evidente come i dosaggi utilizzati in terapia siano notevolmente superiori a quelli contenuti negli integratori alimentari a base di ubichinone, Quello che colpisce particolarmente è l’elevata quantità (1.200 mg) utilizzata in alcuni studi condotti per valutare l’effetto neuroprotettivo nei malati di Parkinson (leggi questo articolo), quantità che corrisponderebbero a 60 (sessanta!!!) compresse giornaliere di un qualsiasi integratore. E’ ipotizzabile che per evidenziare effetti neuroprotettivi nel glaucoma o nella degenerazione maculare senile non si debba scendere sotto queste quantità. Sulla base di queste osservazioni, ritenere che un collirio contenente ubichinone allo 0.1% (ovvero meno di 0.05 mg per goccia! …senza parlare dei limiti farmacocinetici della somministrazione topica) possa svolgere effetti neuroprotettivi è  un pensiero quantomeno “ottimistico”.

Numerosi studi tossicologici e clinici e la sorveglianza postmarketing hanno dimostrato la sicurezza del Ubichinone fino a 2400 mg/die. Esiste, tuttavia la possibilità di interazioni con la warfarina (riduzione dell’effetto anticoagulante), dovuta alla somiglianza strutturale dell’ubichinone con la vitamina K. Inoltre, ubichinone può potenziare gli effetti dell’insulina e degli inibitori della sintesi di colesterolo (inibitori dell’HMG-CoA reduttasi, altrimenti detti “statine”).  A dosi superiori a 50 mg/die può indurre nausea, dolore epigastrico, diarrea, insonnia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...