Citicolina e protezione dell’integrità delle membrane cellulari

Biosintesi della fosfatidilcolina
Biosintesi della fosfatidilcolina

La Citicolina (citidin-5′-di-fosfocolina), è un nucleotide esterificato con colina e, quale composto endogeno, rappresenta un intermedio essenziale nella biosintesi della fosfatidilcolina e quindi dei fosfolilpidi di membrana. Viene sintetizzata a partire dalla colina, la quale è fosforilata dall’ATP (adenosin-trifosfato) a fosforilcolina, che reagisce a sua volta con il CTP (citidin-trifosfato) formando Citicolina. Successivamente, l’unità di fosforilcolina è trasferita ad un diacilglicerolo per originare una fosfatidilcolina, il principale fosfolipide delle membrane cellulari.

A livello metabolico, la concentrazione intracellulare di Citicolina rappresenta il fattore limitante di tutta la via  biosintetica della fosfatidilcolina, quindi una sua carenza relativa si riflette negativamente sull’intero processo di sintesi.

E’ stato dimostrato, in decenni di studi in vitro e in vivo, che la somministrazione di citicolina esogena aumenta la sintesi di fosfatidilcolina endogena e, quindi, accelera la riparazione di membrane cellulari precedentemente danneggiate, come accade in corso di patologie ischemiche, traumatiche o degenerative e come è osservabile durante i processi di invecchiamento.

In vivo, la Citicolina viene velocemente idrolizzata dalle fosfodiesterasi, presenti a livello di tutte le membrane cellulari, a citidina monofosfato e fosfocolina; le quali vengono successivamente defosforilate, entrano nella cellula e vengono utilizzate per la risintesi enzimatica intracellulare della citicolina.

La somministrazione esogena di citicolina induce una serie di effetti favorevoli sul metabolismo cellulare:

  • Consente una sintesi ottimale di fosfatidilcolina che è depressa in condizioni  ischemico-ipossiche o, comunque, di sofferenza tissutale in genere.
  • L’abbondanza di fosfatidilcolina, probabilmente con un azione feedback, inibisce l’attivazione della fosfolipasi A2 (PLA2) che viene, invece, aumentata in condizioni di ischemia
  • La disponibilità di fosfatidilcolina garantisce anche l’integrità strutturale e funzionale dei mitocondri cui consegue un miglioramento del metabolismo energetico.
  • La protezione dell’integrità delle membrane cellulari e mitocondriali si riflette positivamente sull’attività di trasportatori e pompe.
  • La Citicolina, inoltre, è un elemento fondamentale per l’utilizzazione della ceramide nella sintesi di sfingomielina, prevenendo in tal modo l’effetto pro-apoptotico esercitato dalla ceramide libera
Annunci

3 pensieri su “Citicolina e protezione dell’integrità delle membrane cellulari”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...