Stress ossidativo e patologie oculari

A causa della sua struttura, le varie componenti anatomiche dell’occhio (in particolare cornea, cristallino e retina) sono continuamente esposte alle reazioni foto-ossidative indotte dalla luce e quindi continuamente esposte all’azione dannosa dei radicali liberi.

I radicali liberi sono molecole che hanno due o più elettroni non appaiati nel loro orbitale esterno, la qual cosa conferisce loro una elevata reattività. Alcuni dei radicali liberi aventi maggiore attività distruttiva verso i tessuti dell’organismo umano derivano dall’ossigeno e sono continuamente generati all’interno delle cellule.

Specie reattive di ossigeno (ROS – Reactive Oxygen Species), quali superossido, perossido di idrogeno e radicali idrossilici vengono, ad esempio, prodotti dai macrofagi attivati ed il loro rilascio rappresenta un importante meccanismo di difesa da parte dell’organismo ospite.

Le principali specie reattive dell'ossigeno (ROS)
Le principali specie reattive dell'ossigeno (ROS)

Comunque, i ROS, a causa della loro alta reattività, possono avere importanti effetti tossici nei confronti di altre molecole e possono causare disfunzioni cellulari e talvolta anche morte cellulare, e pertanto l’accumulo di ROS nei tessuti può dare luogo a numerose patologie croniche, quali alcuni tipi di neoplasie, malattie cardiovascolari e malattie neurodegenerative. In particolare, i risultati una vasta serie di ricerche indicano che i radicali liberi (specialmente i radicali superossido ed i radicali idrossilici) sono i mediatori dell’infiammazione acuta e cronica.

Nell’organismo esiste una serie di meccanismi di difesa molecolare contro i radicali liberi. In generale, le molecole che neutralizzano direttamente i radicali liberi o i processi che servono a liberare le cellule dai ROS vengono definiti, rispettivamente molecole e processi antiossidanti e nel loro insieme formano un sistema di difesa antiossidante. In condizioni fisiologiche, esiste un equilibrio fra i livelli di ROS prodotti durante il normale metabolismo cellulare ed i livelli degli antiossidanti endogeni, capace di proteggere i tessuti dal danno ossidativi. La rottura di questo equilibrio, sia a causa di un aumento della produzione di ROS sia a causa di una diminuzione dei livelli di antiossidanti, produce una condizione definita generalmente come stress ossidativo, le cui conseguenze possono essere l’insorgere di differenti condizioni patologiche, fra cui alcune manifestazioni patologiche a carico dei tessuti dell’apparato visivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...